Aprile mese della salute delle o…

Porte aperte in oltre 100…

Cancro al seno: tamoxifene riduc…

L'uso del farmaco preven…

Pallacanestro Varese: ora anche …

Già da febbraio Pallacane…

Italia paese europeo col più alt…

La totale rinuncia alle c…

Cartilagine creata in laboratori…

I ricercatori guardano al…

Botulino: l'impiego della tossin…

Il botulino e' l'interven…

Depressione: le lunghe maratone …

Puo' sembrare una cosa in…

Malaria: scoperte mutazioni gene…

Scoperte le mutazioni gen…

Diabete di tipo 2: abbassare col…

L'abbassamento intensivo…

Mele: solo il pediatra può garan…

Istanbul, 2 Dicembre …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

DAI POMODORI ITALIANI UNA PILLOLA PER IL CUORE – il licopene

Londra – I pomodori italiani aiuteranno a sconfiggere le malattie cardiache. Un nuovo farmaco, sviluppato dalla Cambridge Theranostics, utilizza una forma di ‘licopene’, un antiossidante normalmente contenuto nei pomodori, per impedire l’ostruzione delle arterie e per liberarle dal colesterolo cattivo. Gia’ da tempo si sapeva, secondo quanto riportato dal quotidiano britannico ‘Daily Mail’, che il licopene da’ ai pomodori il loro caratteristico color rosso e che aiuta prevenire infarti e malattie cardiache. Tuttavia, non tutto il licopene presente in un pomodoro e’ utilizzabile dal corpo umano, che e’ capace di assorbirne solo una parte. Il licopene si presenta infatti in due ‘isomeri’, cioe’ in due forme differenti della stessa molecola: la forma ‘trans’, della quale i pomodori rossi sono ricchi ma che e’ difficile da assorbire, e la forma ‘cis’, molto piu’ facile da utilizzare per il corpo umano.


La varieta’ di pomodoro utilizzato dai ricercatori inglesi nell’ultimo studio si chiama pomodoro tangerino, ha un bel colore arancio, si coltiva in Italia ed e’ ricco del licopene ‘buono’, facile da assorbire. Il nuovo farmaco derivato da questi pomodori e’ una pillola chiamata ‘Ateronon’ e sara’ presentato oggi a Londra in un convegno internazionale di cardiologi. Gli studi finora svolti hanno dimostrato che e’ capace di ridurre il colesterolo ‘cattivo’ del 90 per cento nell’arco di due mesi; ulteriori test clinici si svolgeranno presso l’Addenbrooke’s Hospital in Cambridge e alla Harvard Medical School negli Usa.

Peter Kirkpatrick, chirurgo neurovascolare a capo dello studio, ha spiegato: “Ateronon e’ il risultato dei numerosi studi condotti sulla dieta Mediterranea. I benefici del licopene all’interno di questa dieta non possono essere ignorati: Ateronon sara’ un modo piu’ efficace per poterlo ottenere. Si tratta di prodotto naturale e sicuro”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!