Oftalmologia: da Chieti, i consi…

Estate di superlavor…

Ixazomib orale raggiunge endpoin…

Takeda annuncia che la pr…

Nobel insignito alla scoperta de…

[caption id="attachme…

Il DNA potrebbe essere prova 'vu…

[caption id="attachment_1…

Allarme lipofilling che danneggi…

Per tanti anni c'e' stato…

Studio italiano sui recettori de…

[caption id="attachment_5…

Cromosoma Y: nell'indebolimento …

Gli scienziati hanno scop…

Epatite C: in arrivo nuovi farma…

È una macchina, capace di…

Paracetamolo: le complicanze che…

Fare ricorso al paracetam…

Oncologia: la preoccupazione dei…

Aumentano gli oncologi it…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Albumina – creatina e attacchi di cuore

Scoperto un nuovo indicatore per prevedere la prognosi dell’attacco di cuore. Il rapporto tra albumina e creatina presenti nelle urine, infatti, permetterebbe di avere molte indicazioni sulla probabile progressione dell’attacco. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Universita’ di Glasgow (Gran Bretagna), che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Lancet. “Un incremento della secrezione della proteina albumina nelle urine e’ un fattore consolidato di rischio di mortalita’ e attacchi cardiaci”, ha detto John JV McMurray del British Heart Foundation Cardiovascular Research Centre, a capo dello studio.

“Abbiamo scoperto che il rapporto tra albumina e creatina (UACR) permette di prevedere il decorso di un attacco di cuore”. Per i ricercatori, l’UACR e’ un sistema di prognosi semplice ma efficace. “E’ possibile effettuarlo con facilita'”, ha concluso McMurray. “Il suo valore per le previsioni cliniche e’ di grande interesse per medici e pazienti”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x