Prostatanonseisolo.it: il portal…

Milano, 21 giugno 2013 - …

La prima molecola sperimentale i…

La prima molecola sperime…

Laser contro i cuscinetti di gra…

Addio lunghe degenze e fa…

Cancro al rene: il parere del pa…

Quando due farmaci hanno …

Paracetamolo: migliora resistenz…

Il paracetamolo ha un eff…

Le trasformazioni dei batteri in…

Le colonie di batteri ben…

Tessuti e organi umani 'in vitro…

[caption id="attachment_1…

Novità in endocrinologia al Cong…

ABSTRACT RELATORI   …

Magnesio contro il declino cogni…

Mentre una carenza di mag…

Anche in un carcere si tiene la …

Nel carcere di Badu ‘e Ca…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro al polmone di tipo NSCLC: test per determinare la risposta al trattamento

Non-small cell lung carcinoma

Non-small cell lung carcinoma

Diventa possibile, grazie a una nuova scoperta del Queen Alexandra Hospital di Portsmouth (Gran Bretagna), prevedere l’esito del trattamento del cancro ai polmoni. Test genetici hanno rivelato infatti che alcuni geni responsabili della sensibilita’ ai farmaci sono associati alla sensibilita’ chimica effettiva del cancro al polmone di tipo NSCLC (Non-small cell lung carcinoma) a determinate sostanze. “Non abbiamo scoperto una correlazione diretta tra l’espressione di un solo gene con le reazioni del tumore a una sostanza, ma questa correlazione era presente invece in gruppi specifici di geni”, ha spiegato Ian Cree, primo autore dello studio pubblicato sulla rivista BMC Cancer. “Siamo riusciti quindi a scoprire dei ‘complessi’ genetici, associati a combinazioni di sostanze chimiche, che permettono di prevedere in partenza la sensibilita’ al trattamento”, ha detto Cree. “In questo modo, sara’ possibile elaborare delle chemioterapie personalizzate per ogni paziente“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: